Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Attività del CAG

YouTube

IL “PROGETTO INSIEME”

 

Un corso di apprendimento della lingua italiana per donne straniere tenuto da donne.

 

Uno spazio tutto femminile per favorire l’accesso a donne che, per motivi culturali e sociali, non avrebbero la possibilità (l’autorizzazione) a frequentare luoghi promiscui.

 

Un’occasione di socializzazione.

 

Questo - in sintesi – è il Progetto Insieme.

 

Nato in forma ufficiosa all’inizio del 2001 – trovando una provvisoria collocazione in alcuni locali della ex-Poliambulanza. In seguito il Progetto Insieme ha trovato una nuova sistemazione in locali messi a disposizione del CAG Carmen Street da parte del Comune di Brescia, in Via Carmine.

 

Il progetto prevedeva inizialmente due mattine alla settimana, ma su richiesta di alcune donne che lavoravano, in seguito uno degli appuntamenti è stato spostato nel tardo pomeriggio.

 

Il Progetto non prevede di raggiungere un gran numero di donne, quanto di offrire continuità ed anche un momento di socializzazione. Per ciascun modulo è prevista la partecipazione di una dozzina di donne.

 

Non esistendo un termine di iscrizione la porta di Via Carmine è sempre aperta per nuovi arrivi. L’integrazione della nuova arrivata diventa così occasione per un ripasso generale o per una “lezione di geografia”.

 

Alcune lezioni sono fatte per rispondere a richieste da parte delle donne: visita medica o farmacia.

 

Se l’obiettivo primario del “Progetto Insieme” è l’apprendimento della lingua italiana non meno importante resta la socializzazione e l’integrazione delle donne straniere.

 

A detta delle partecipanti punto di forza del “Progetto Insieme” è il clima di ospitalità e apertura che le donne trovano quando oltrepassano la porta.

 

La lezione passa in secondo piano se alle operatrici viene chiesto aiuto per risolvere qualche problema come per esempio l’iscrizione all’asilo di un bambino.

 

Alla fine della lezione del mattino è anche l’occasione per bere un tè con biscotti e fare quattro chiacchierare. Talvolta il momento si trasforma in pranzo perché le partecipanti portano pietanze da loro preparate.

 

-> LEGGI IL TESTO INTEGRALE DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO